Laura Boldrini. La Lady del web?

apr 12, 2013 3 Commenti by

Finalmente una donna ai posti di comando. E’ Laura Boldrini, la nuova Presidentessa della Camera.

Proprio questa settimana, martedì, ha rivolto un monito ai capigruppo e ai vicecapigruppo riuniti in conferenza: non scrivete sui social network, Twitter e Facebook, a riunioni ancora in corso. Riccardo Nuti, il vicecapogruppo grillino aveva scritto su FB prima ancora che la conferenza iniziasse e non è certo (e non sarà certo) l’unico politico tentato dalle social anticipazioni. La questione esiste.

Divieto saggio, a mio avviso, soprattutto in questo delicato momento in cui il pettegolezzo e l’indiscrezione vanno a sfondare spesso il muro dell’opinione pubblica rischiando di confondersi con le notizie rilevanti, quelle che davvero avrebbero a che fare con gli interessi di noi italiani.

Sembrerebbe così che siamo di fronte ad un personaggio retrogrado o lontano dal web, eppure così non è. La Boldrini sa distinguere le priorità e la delicatezza di certe riunioni pur essendo una delle protagoniste del pianeta social-politico. E’ su Twitter con circa 65.000 followers ed è su Facebook con 60.000 fans (chissà se gli stessi!). Ha uno staff che la segue e che lavora assiduamente per lei. La strategia è quella che si addice ad una Lady del web. Toni pacati, proprietà di linguaggio, serietà e niente toni polemici sono gli stilemi che la contraddistinguono.

Su Twitter si lascia andare a brevi riflessioni ma l’uso che ne fa è quello istituzionale delle arcaiche agenzie di stampa. Un metodo tradizionale che le fa dimenticare la vera natura del mezzo: l’interazione. Piuttosto che cedere al confronto con i cittadini (come molti fanno), la Boldrini lancia dichiarazioni, smentite e chiarimenti come le Ansa di un tempo. Il suo staff si occupa di twittare i virgolettati delle sue ospitate televisive anche se non ci è dato conoscere cosa risponderebbe ai commenti che, numerosi, riceve.

Su Facebook si lascia andare, si lascia conoscere di più. Coadiuvata dalla possibilità di dilungarsi, la Presidentessa ci trasporta in lunghe riflessioni che troverebbero luogo ancor più adatto su un blog. Il suo staff la segue passo passo in un reality della sua vita politica. Ogni suo impegno è documentato da foto e post che raccontano i suoi movimenti così come le sue idee e posizioni e la community sembra gradire, pur non potendo confrontarsi realmente con lei.

Siamo lontani da un modello di vera interazione in cui ci si sporca davvero le mani ma il suo modo di stare in rete, almeno, permette a lei di non perdere il contatto con il paese reale, con la gente che da lei si aspetta molto e dà a chi la segue la sensazione di avere a che fare con una persona seria e sensibile, quantomeno in ascolto. Di questi tempi non è poco. W le donne!

 

News

3 Commenti a “Laura Boldrini. La Lady del web?”

  1. Domenico says:

    Come sempre l’articolo è fatto di ottime riflessioni che condivido a pieno… dopo la sua elezione alla camera, mi sono informato della (per me sconosciuta) Boldrini e ne sono stato molto colpito…una donna che non vuole apparire, ma sta tra la gente e l’aiuta, una persona che fa fatti…stare nei social è oramai quasi indispensabile per un politico,lo fa avvicinare a tutti e il non confrontarsi lo capisco perchè alcuni potrebbero scrivere cattiverie fuori luogo… finalmente una persona che si può definire un politico per la gente e non per se stessa…
    W le donne!
    W Cinzia

  2. Paolo Chiari says:

    Non ho molto da dire, condivido le tue riflessioni, la seguo su FB…mi ispira fiducia, chissà quanto durera?

  3. franco says:

    Il monito espresso ha la sua ragione d’essere. La serietà e il rispetto per le istituzioni lo dovrebbero imporre! Cosa che in questi tempi difficilmente lo si vede. Un applauso a questo sensato monito della nostra brava Boldrini.

Lascia un commento








2011© cinziabancone.it