Il Caso #Cattaneo. 5 Errori comunicativi che in rete si pagano

ott 11, 2012 1 Commento by

Raffaele Cattaneo, Assessore alle infrastrutture e mobilità della Regione Lombardia, il 5 ottobre twitta:

ERRORE N. 1

TRADIMENTO. NON PUOI RIVOLGERTI IN RETE, DUNQUE AD UN PUBBLICO DI “CITTADINI COMUNI”, LAMENTANDOTI DEL DIMEZZAMENTO DEL TUO STIPENDIO DA PRIVILEGIATO IN UN MOMENTO COSI’ DELICATO. NON SAI A CHI TI RIVOLGI E NON SAI CHE SU TWITTER LE PAROLE HANNO UN PESO E LA RETE NON PERDONA. PER DI PIU’ LAVORI PER LA REGIONE LOMBARDIA, NEL MIRINO MEDIATICO IN QUESTO PERIODO. (VEDI MINETTI, FORMIGONI).

 Su Twitter, i follower rispondono stizziti:

ERRORE N.2

INGENUITA’. SE RITWITTI LE RISPOSTE ACCUSATORIE NEI TUOI CONFRONTI E RISPONDI, ALIMENTI LA PROVOCAZIONE E IL CASO. SE POI PUBBLICHI LA BUSTAPAGA DA 6000 EURO, PEGGIORI LA SITUAZIONE.

Raffaele Cattaneo pubblica una clip su YouTube dal titolo “PoliticoPazzoMaVero”, anche in Twitter comincia giustificarsi: “era una provocazione”, uno spunto per parlare d’altro. Di cosa?

ERRORE N.3

NON CONOSCENZA DEL MEZZO. UNA FORTE PROVOCAZIONE DIFFICILMENTE ALIMENTERA’ UNA RIFLESSIONE SUCCESSIVA. NON SI TORNA INDIETRO. SOPRATTUTTO QUANDO IL MESSAGGIO E’ MOLTO PIU’ DEBOLE DELLA PROVOCAZIONE. “LA POLITICA NON E’ SOLO FATTA DA CATTIVE PERSONE”. UN PO’ POCO.

ERRORE N. 4

INCOERENZA. SE VUOI SOLLEVARE UNA DISCUSSIONE DEVI SAPERE QUAL E’ IL TUO DESTINATARIO. IL SUO MESSAGGIO ANDAVA RIVOLTO AI COLLEGHI POLITICI DISONESTI, NON ALLA GENTE CHE SUBISCE IL MALAFFARE. Quali sono le coscienze che vuoi smuovere? Quelle della gente che lavora onestamente e guadagna un quarto rispetto a te?

ERRORE N.5

SOPRAVALUTAZIONE DI SE’. NON SEI GRILLO, NON PUOI PENSARE DI CAVARTELA CON UNA RISPOSTA SU YOU TUBE. (AD OGGI VISTA POCO PIU’ DI 4.000 VOLTE. POCO!)

Il caso interessa l’opinione pubblica e Raffaele Cattaneo partecipa a Tg3, Repubblica TV, L’Arena di Massimo Giletti, Pomeriggio5 di Barbara D’Urso.

UN MERITO: AVERE ATTIRATO L’ATTENZIONE MEDIATICA SU DI SE’, AHINOI CON UN MESSAGGIO TROPPO DEBOLE, TANTO DA FINIRE NEI SALOTTI DEL POMERIGGIO, COSI’ COME FANNO GLI STESSI POLITICI CHE CRITICAVA IN ORIGINE.

OPERAZIONE FALLITA:

I FOLLOWER RESTANO POCO PIU’ DI 1.500 E LA RETE DIMENTICA PRESTO! Raffaele Cattaneo, prima di questa bufera, utilizzava Twitter in modo rigoroso e coerente con la sua funzione. Aggiornava i suoi followers sui suoi impegni politici in modo serio. Potrà mai tornare indietro?

News

Un commento a “Il Caso #Cattaneo. 5 Errori comunicativi che in rete si pagano”

  1. Davide says:

    Io sono dell’idea che fare il politico e quindi l’amministratore pubblico debba essere pagato bene ma il concetto di politico, in Italia, è associato senza errore o malafede a Ladro di assoluto livello. Questo non è concepibile. Finchè i politici continueranno ad amministrare male e a rubare non potranno godere di simpatie di nessun genere. Nel caso di questo signore, con la “s” minuscola, cosa si lamenta a fare, chi glielo sta imponendo di stare lì, se non gli conviene può andarsene in qualunque momento. La politica non è un posto di lavoro dove se lo perdi hai problemi. Fare politica s’intende che uno il lavoro ce l’ha già e se non è rieletto tornerà a farlo. Chiuso. Errore cominucativo? Non conoscenza dei mezzi? Non penso, è stato il suo sfogo come stanno facendo tutti gli altri. La rete lo ha già bruciato

Lascia un commento








2011© cinziabancone.it