La tv che mi piace: Transiti

set 02, 2011 3 Commenti by

“Il 31 Agosto alle 23:45 su Rai3 all’interno di DOC 3 sarà presentato il documentario ‘TRANSITI‘ per la regia di Davide Tosco, creato partendo dai videoracconti personali e dalle immagini raccolte dai protagonisti (Angelo Correale, Alessandra Tria e Katherina Stecher) durante il loro momento di transito da un sesso ad un altro”.

Così citava il lancio di questo  nuovo ed interessante progetto che mi ha rincuorata: la tv può ancora fare molto!

Non è il solito make-over per guardoni. E’ un ritratto affettuoso e realistico, intimistico che va oltre lo stereotipo trans-prostituta che attanaglia l’immaginario della vita delle trans che attraversano difficoltà nel tormento di trovare la serenità e un loro posto nella società.  Storie e realtà che in tutti i casi ci riportano la conferma dell’esistenza e della forza dell’anima, quella maschile e femminile che batte dentro ogni essere fino a portarlo, in questi casi,  alla lotta per l’affermazione del proprio sentirsi persona.

Transiti ha uno sguardo originale, senza mediazione, o meglio, senza la solita mediazione di un intervistatore, di un occhio esterno. Il punto di vista è quello di una web-cam, di una camerina piazzata e di fronte alla quale ci si racconta più in libertà, un espediente originale che rende il documentario molto godibile anche in rete. I personaggi, anzi le persone protagoniste si sentono libere di raccontare, nel grand’angolo che non le giudica, le loro paure, le loro aspirazioni e le loro storie. C’è amore per il dettaglio, per il montaggio, per il sonoro, e questo rende Transiti un gioiellino stilistico capace di suscitare riflessioni ed emozioni mai morbose. Io ve lo consiglio per capire e conoscere più a fondo questa realtà che poi, non è altro che la nostra.

Per info sul progetto clicca qui

Per rivederlo su Rai Replay clicca qui

News

3 Commenti a “La tv che mi piace: Transiti”

  1. Alessandra says:

    Ciao Cinzia, solo per un caso ho aperto questa pagina, il tuo commento mi è piaciuto molto non per i complimenti, ma per aver presentato il progetto Transiti in modo chiaro e obbiettivo.
    Unteneroaffettuosoabbraccio
    Alessandra Tria

  2. Cinzia Bancone says:

    Ciao Alessandra, mi fa molto piacere che tu abbia letto il mio articolo. Ho scritto esattamente quello che pensavo.
    I miei complimenti a tutto lo staff!
    Un abbraccio
    Ci
    :-)

  3. anna lisa says:

    ciao alessandra,
    come si dice affettuosamente da me: ciao ciuciù (in poche parole dolce) :)
    ho visto o meglio quardato, la speranza di ogni tuo progetto!
    prima di tutto in bocca al lupo!
    tutti i tuoi progetti credo si realizzeranno e al più presto!
    sono sicura che chi ci aiuta, o almento crede, ma sicuramente ci prova, a immedesimarsi nelle sofferenze del “cuore” , lo fa sicuramente in buona fede! (es: la psicologa che ti consiglia), ma purtroppo, ci vuole un’ incredibile immedesimazione. ovvero, empatia, patos etc etc che chi purtroppo o per fortuma (dipende da chi aiuta chi……..)non potrà MAI fare !!!!!
    certo gli aiuti servono, ma ricorda “io questa sconoscita” ti ASSICURO non sei ASSOLUTAMENTE TU!, ma colui o colei crede che alla base ci sia un PROBLEMA che in realtà non ESISTE!!!

    cara,
    ti assicuro che ti capisco!
    perchè anche io non so DERINIRMI: per così dire,
    MA TI ASSICURO CHE IL PROBLEMA NON é NOSTRO MA DI CHI SI OSTINA; NON AD AIUTARE; MA; AD OSTACOLARE; L’IDENTITA’!!!

    io una volta ho scritto, e ho pubblicato una poesia che in breve vuole urlare al mondo che:

    IO SONO! . e basta!!!!

    alessandra, ci sono tanti concorsi lettarari di ogni tipo, basta consultare un evento, come si dice oggi giorno CULT di letteratura,
    esistono in tutta italia e, comunque sia complimenti ! sei FORTISSIMA E RIUSCIRAI
    I have a DREAM !!!!!!
    IMMAGINA PUOI !!!!!

    KISS, una TUA SOSTENITRICE !!!

    p.s. RICORDA !
    Lì sù TI AMANO !!!!

Lascia un commento








2011© cinziabancone.it