Paintball Passion!

ott 20, 2010 2 Commenti by

CB sul campo di paintball

Questa volta, amici e amiche, parliamo d’altro! Niente tv, niente YouTube, ma tempo libero. Lasciatemi condividere con voi la mia passione per il paintball. Forse qualcuno conoscerà già questo sport che, negli ultimi anni, si sta diffondendo anche in Italia. Il paintball (e per la definizione chiedo aiuto a Wikipedia) è uno sport nato negli USA all’inizio degli anni 80. Lo scopo del gioco è eliminare l’avversario colpendolo con delle palline di gelatina colorate e biodegradabili, sparate mediante “marcatori” ad aria compressa che lanciano i proiettili ad una velocità che nelle competizioni internazionali può raggiungere perfino i 328 km\h.

Se avete visto la clip, vi sarete resi conto che il mood è quello di una vera e propria guerriglia ma, vi posso assicurare, che lo spirito con cui si gioca a livello amatoriale è tutt’altro che bellico. Ci si trova su campi attrezzati (di solito immersi nella natura, spesso in provincia) o nei boschi e s’improvvisano piccole o grandi squadre di giocatori la cui missione è quella di colpire ed eliminare tutti gli avversari.

Ci sono delle regole molto precise e il fair play regna più che in qualsiasi altro sport. L’adrenalina, il divertimento e la goliardia sono assicurati. Poi, alla sera, ci si ritrova, inspiegabilmente, distrutti come dopo una lunga giornata di sci.

E’ un gioco per tutti, piccoli, grandi, maschi e femmine anche se, lo confesso, la prima volta che quel folle di mio fratello (vice campione italiano) mi ha portato con una decina di amiche a giocare, prima di entrare in campo con maschera e marcatore, stavo per cag…. addosso (scusate il francesismo!) Poi, è andata e mi sono stra-divertita.

Pare quasi che mi paghino, dall’entusiasmo che metto nel raccontarvi tutto ciò, ma io sono fatta così, amo condividere le mie “gioie”. Il paintball non è pericoloso, se giocato con buon senso, e ai detrattori pacifisti, rispondo che anch’io sono pacifista e che questo è puro svago, più ispirato ai videogiochi che al Vietnam. Del resto, anche il Pac-man si mangiava i pallini ma non era certo un assassino!

Amaris in fundo, però, vi devo segnalare la solita “eccezione italica”: nel nostro paese, pur non essendovi norme che lo vietino esplicitamente, il paintball è impraticabile a causa di un quadro normativo piuttosto complesso. Per i marcatori da paintball con energia alla volata superiore a 7,5 J si rientra nel contesto delle armi da sparo. Per quanto riguarda i marcatori da paintball con energia alla volata inferiore a 7,5 J, essi sarebbero da considerare armi liberalizzate in base alla legge n. 526 del 21 dicembre 1999, tuttavia il regolamento ministeriale adottato dal Ministero dell’Interno con il decreto n. 362 del 2001 specifica che le armi liberalizzate «sono destinate al lancio di pallini inerti non idonei a contenere o trasportare altre sostanze o materiali» e quindi esclude i marcatori da paintball. Questo conferisce a tali marcatori uno status giuridico ambiguo (Wikipedia).

Detto tra noi, cercatevi in zona il vostro campo (link utile) e fatemi sapere com’è andata! Out!

Slideshow Homepage, Svago

2 Commenti a “Paintball Passion!”

  1. Daniele Urciuolo says:

    grande cinzia!!!!!!!!

  2. Cinzia Bancone says:

    Grazie Dani!!!

Lascia un commento








2011© cinziabancone.it